L'Eremita dei tarocchi - evaTarocchi.it

9 - L'Eremita

Descrizione della carta : L'Eremita

L’Eremita rappresenta un uomo di una certa età che si appoggia a un bastone. Le tre rughe che ha sulla fronte formano una piramide orientata verso il cielo, simbolo della spiritualità di quest'uomo che appare guidato da una grande forza interiore.

Nella mano destra l'uomo tiene una lampada con la quale illumina la strada e diffonde un alone di luce. Il bastone è di colore chiaro, segno del fatto che il cammino spirituale che porta alla ricerca di sé è accessibile ai comuni mortali.

L’uomo sembra animato da una ricerca profonda, elemento che dà a questo arcano una dimensione occulta molto marcata.

Interpretazione della carta : L'Eremita

L’Eremita rivela una grande saggezza e una maturità che gli consentono di riflettere sulla propria esistenza. L'uomo dà prova di sobrietà e discrezione. Sembra poco sensibile allo sguardo degli altri e l'importanza della sua ricerca interiore incute negli altri un sentimento di grande rispetto.
La timidezza è tale che vive recluso, lontano da una società di cui non fa parte e che gli fa paura. È un misantropo. Può peccare di avarizia, dal momenti che cerca di tenere per sé i beni materiali di cui dispone, per poter restare recluso il più a lungo possibile e limitare al massimo ogni tipo di relazione sociale. La ricerca così diventa sterile e vano il suo isolamento.

Attributi

I tuoi punti forti

Sei un solitario. Sei maturo e riflessivo, dominato dalla saggezza. Ami filosofeggiare a lungo sui minimi dettagli della vita quotidiana per compensare la mancanza di condivisione. Fai della tua solitudine un punto forte e da molto tempo hai sviluppato una personalità misteriosa che risulta tuo malgrado molto affascinante per le persone dell'altro sesso. Infatti, a dispetto della tua indole solitaria, ti domandi se sia possibile gestire in qualche modo questo fascino e convertirlo in relazione.

I tuoi ostacoli

Eccoti completamente fuori dal mondo. La solitudine ti consuma ogni giorno di più. Ti chiudi in te stesso, a nulla servono tutti i tuoi sforzi, hai l'impressione di indietreggiare a ogni tentativo di avanzamento. Ti senti perduto in questo mondo dove tutto gira intorno a te, diventi addirittura egoista e narcisista. Ti sembra di non contare niente per gli altri, anche se del resto nemmeno gli altri contano qualcosa per te. Ed eccoti invischiato nel circolo vizioso della timidezza.

Azione da intraprendere

Devi lavorare su te stesso. L'Eremita ama ascoltarsi e riflettere così tanto sui suoi problemi che alla fine si autoconvince siano irrisolvibili. Devi uscire da questo circolo vizioso e aprirti al mondo, è molto più bello di quello che pensi. “L'inferno sono gli altri” non deve più essere il tuo motto. Rifletti sulla tua situazione e comportati di conseguenza: incontri, uscite e altruismo.

Risultato

Riuscire a portare a compimento il tuo progetto sarà un processo lento e complesso. Non sarà impossibile, ma dovrai impegnarti a fondo. L'Eremita tende a rallentare le cose. Solo se darai prova di grande perseveranza, potrai raggiungere gli obiettivi personali e professionali che ti sei prefissato. Niente ti sarà regalato, dovrai batterti, ma il risultato arriverà per compensare i tuoi sforzi.

La sintesi

Dal punto di vista sentimentale, l'Eremita non prefigura niente di buono. Lascia intravedere piuttosto la solitudine. Si può trattare di solitudine nel vero senso della parola, oppure anche di solitudine all'interno della coppia, nel caso in cui non si riesca a condividere abbastanza con la persona amata. Sul piano lavorativo, invece, dovrai agire con maturità e prudenza. Non prendere decisioni affrettate di cui potresti pentirti.